I comuni rappresentati

Data ultimo aggiornamento

Mercoledì, 17 Luglio 2013

Esercizi di vicinato

Definizione

Si considera Esercizio di vicinato il negozio la cui superficie di vendita raggiunge al massimo i 250 mq. La superficie di vendita è l’area destinata alla vendita delle merci, comprese le vetrine ed esclusi il magazzino, il retrobottega ed i bagni.

Normativa

  1. D.Lgs 114/98;
  2. L.R. 14/99;
  3. L.R. 6/2010:
  4. D.Lgs. 59/2010

Cosa occorre

Per poter iniziare l’attività commerciale è necessario presentare allo Sportello Unico del Comuneil modulo denominato  Dichiarazione di avvio/modifica attività (D.I.A.P.)- Modello A.
Tale modello va consegnato alloSportello Unico del Comune in nr. 4 COPIE (1 per il comune, 1 per la C.C.I.A.A., 1 per l’impresa ed eventualmente 1 per l’A.S.L.).

Istruzioni

Si veda la guida provinciale.

Nota

Con parere MICA n.505362 del 18/04/01 si è chiarito che la comunicazione di cessazione dell’attività deve essere inoltrata prima dell’evento stesso.
I locali utilizzati per l’esercizio dell’attività DEVONO essere in regola con tutte le norme in materia urbanistica, edilizia, ambientale, igienico-sanitaria, sicurezza.